foto 4a_corta

60.000 imprenditori in piazza: noi c’eravamo!

Pubblicato il Pubblicato in Dalle Categorie, In Evidenza

Ieri, come sapete, si è svolta a Roma un’imponente manifestazione dei piccoli imprenditori. La piccola impresa, per quanto in crisi, rappresenta ancora un polo di eccellenza apprezzato anche all’estero. Non dimentichiamo i negozi di qualità, gli operatori del comparto turistico, gli stabilimenti balneari, i bar e i ristoranti che portano avanti un bagaglio di tradizione e di prestigio legato ai nostri territori. Non tralasciamo neanche gli amici artigiani, la qualità dei loro prodotti e la fama che li circonda e, non ultimo, anche il mondo dei servizi che ci assiste per le innumerevoli problematiche che affrontiamo ogni giorno!

Tutto questo universo è oggi strangolato dalla pressione fiscale, dal costo del lavoro, dalle difficoltà di accesso al credito e dall’incalzare di una burocrazia  borbonica, fatta di innumerevoli adempimenti, balzelli, enti e consorzi inutili. Fanno da corollario leggi macchinose, incomprensibili e spesso in contrasto tra loro: sembra quasi che lo scopo sia quello di scoraggiare coloro che vogliono intraprendere un’attività.

Le Associazioni di Categoria aderenti a Rete Imprese, interpretando l’esasperazione dei loro associati, hanno organizzato una imponente manifestazione in Piazza del Popolo a Roma e, con la piazza e le vie adiacenti stracolme di gente, hanno voluto inviare un messaggio importante al nuovo Presidente del Consiglio, in modo civile ma fermo: “senza impresa non c’è Italia!”

Ora, aspettando gli effetti della nostra iniziativa, dovremo tutti vigilare affinché, dopo le parole di comprensione e di supporto, seguano davvero fatti concreti. Servono iniziative per ottenere condizioni più favorevoli per esercitare le nostre attività, per continuare a fare quello che sappiamo fare bene: mandare avanti e far crescere le nostre imprese!

Facebookgoogle_plus