foto-castel-del-piano

A Castel del Piano si progetta l’accessibilità: operativo il tavolo di lavoro

Pubblicato il Pubblicato in Dalle Categorie, In Evidenza

foto-castel-del-pianoCastel del Piano punta sull’accessibilità. In municipio si è svolto il primo incontro del tavolo di lavoro che vede riuniti il Centro commerciale naturale, l’Ascom Confcommercio di Grosseto, l’amministrazione comunale e Fiaba (Fondo per l’abbattimento delle barriere architettoniche).
L’idea è nata dalla grande sensibilità e lungimiranza della dirigenza del Ccn “Associazione Castel del Piano in Vetrina” ed ha trovato, da subito, il sostegno di Ascom.
All’incontro hanno partecipato il Sindaco Claudio Franci e gli assessori Stefania Colombini e Romelia Pitardi, il presidente di Fiaba Giuseppe Trieste, il presidente del Ccn Alessio Gennari, Carlo Ricci ed Elena Del Santi per Confcommercio, Paola Borracelli, ex presidente del Collegio dei geometri, ed anche alcuni negozianti.
“Oggi facciamo un primo passo, ma siamo convinti che questo sia il progetto giusto da portare avanti – hanno commentato da Confcommercio Grosseto – Vorremmo che da qui partisse un progetto importante, che parla di inclusione sociale, di un territorio che ha saputo trovare la sua specificità per il rilancio del commercio, del turismo, dell’economia”.
Una bella lezione di vita, quella impartita da Giuseppe Trieste, che ha detto: “In passato è stato fatto l’errore di pensare all’abbattimento delle barriere architettoniche come una concessione nei confronti della disabilità. Invece rendere i luoghi accessibili è qualcosa di più, è uno stile di vita, è una mentalità, nel rispetto di tutti gli esseri umani, quelli che ci sono e quelli che verranno”.
Il riferimento è, per esempio, ai bambini, alle donne con i passeggini, alla terza età… tutti noi invecchiamo, e possiamo avere difficoltà nel muoverci, anche temporaneamente. Inoltre, in un’Italia che si fa sempre più anziana, queste attenzioni devono essere all’ordine del giorno.
Invece basta fare una passeggiata ovunque per trovarsi di fronte un vero e proprio percorso ad ostacoli.  E magari l’unico ristorante attrezzato per un diversamente abile diventa la scelta – obbligata – di 20 persone…
Attualmente la Fiaba sta andando nei Comuni italiani che vogliono essere i protagonisti di questo cambiamento definito “epocale”.
Tra questi, c’è proprio Castel del Piano, ed in effetti la riunione è stata subito operativa. Dopo una breve disamina della situazione, si è voluto passare ai fatti.
Nei prossimi giorni sarà realizzato un monitoraggio tra i commercianti che saranno chiamati ad indicare le criticità a livello di accessibilità nel proprio locale e nella propria zona. Ognuno potrà inoltre suggerire interventi migliorativi o nuove attività da lanciare.
Questo in attesa della sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra Fiaba, Comune di Castel del Piano, Centro Commerciale Naturale e Confcommercio, che potrebbe portare anche alla realizzazione di attività di sensibilizzazione nelle scuole del territorio.
Inoltre, come anticipato da Trieste, agli esercenti che aderiranno al percorso potrà essere rilasciato un apposito certificato di qualità dal Fondo per l’abbattimento barriere architettoniche.
Nell’ottica del presidente, infatti, “ognuno può diventare cittadino attivo e dare il suo personale contributo per migliorare la qualità dell’accoglienza”, mentre l’Amministrazione comunale, come spiegato dal sindaco, ha intenzione di fare la sua parte e di proseguire il suo operato, con altri progetti che prevedono l’abbattimento di barriere architettoniche, intercettando professionisti e risorse comunitarie.

 

Facebookgoogle_plus