Dal 2020 scatta l’obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi

Pubblicato il Pubblicato in Dalle Categorie, Fiscale, In Evidenza

invio_telematicoA partire dal 1 gennaio 2020 tutti i soggetti che conseguono corrispettivi soggetti IVA, compresi i contribuenti rientranti nei regimi forfetari e di vantaggio, saranno tenuti a porre in essere la memorizzazione elettronica e trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri.

Dal 1 luglio 2019 tale obbligo era a carico solo dei contribuenti che nell’anno 2018 hanno conseguito un volume d’affari superiore a 400mila euro.

Gli scontrini e le ricevute fiscali non potranno essere più utilizzati e verranno sostituiti dal documento commerciale

I contribuenti rientrati nell’obbligo potranno, alternativamente:

  • dotarsi di un Registratore Telematico (RT), mediante acquisto di un apparecchio dedicato oppure, se già in possesso di un registratore fiscale, adattare lo stesso alle nuove esigenze imposte dalla norma, laddove ciò sia tecnicamente possibile. Viene riconosciuto un credito d’imposta di 250,00 euro (per acquisto del nuovo registratore) 50,00 euro (per adattamento del vecchio);
  • avvalersi dell’applicazione gratuita messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate denominata “Documento commerciale on line” – tale applicazione è messa a disposizione da parte dell’Agenzia delle Entrate esclusivamente per i contribuenti con credenziali proprie (FISCONLINE) e non a soggetti terzi/intermediari.

Per ulteriori informazioni i nostri uffici sono a disposizione, numero di telefono 0564 470111, e-mail info@confcommerciogrosseto.it.

Facebookgoogle_plus