fiva-logo

Direttiva Bolkestein: Toscana apripista in Italia per la tutela degli ambulanti

Pubblicato il Pubblicato in Dalle Categorie, In Evidenza

consiglio-regionale-toscana-png-1La Regione Toscana fa da apripista nel nostro paese per la tutela degli operatori del commercio ambulante, che finalmente possono considerarsi fuori dall’applicazione della direttiva Bolkestein. E’ di questi giorni la notizia che è stata licenziata a larga maggioranza la proposta “Nuove disposizioni in materia di commercio su aree pubbliche” che va a modificare il Codice del commercio regionale.
La modifica prevede il tacito rinnovo delle concessioni per 12 anni “purché l’impresa sia iscritta al registro della Camera di commercio e sia attiva” ed altri criteri, come “criteri di onorabilità e professionalità” e nuovi parametri di assegnazione, con premialità per i giovani under 35.

Un plauso arriva dalla Fiva Federazione Italiana Venditori Ambulanti di Confcommercio Grosseto.

“Ringraziamo gli uffici tecnici regionali della Confcommercio e della Fiva nazionale, nelle persone del presidente Errico e del segretario Armando Zelli che, in collaborazione con Gianni Anselmi, presidente della commissione regionale, hanno apportato le modifiche essenziali al Codice che oggi andiamo ad applaudire  – commentano dalla Fiva Confcommercio Grosseto  – Per noi questa è una bellissima vittoria sindacale, che ci fa capire quanto è importante ed imprescindibile il ruolo delle associazioni di categoria nel portare avanti, con determinazione e convinzione, gli interessi degli imprenditori. L’auspicio è che questo modello legislativo che nasce in Toscana possa diventare una base di partenza per le altre regioni”.

Per maggiori informazioni contattare la segreteria provinciale di Fiva-Confcommercio Grosseto allo 0564 470211 (Domenico Lacaria) o inviare una mail a info@confcommerciogrosseto.it.

 

Facebookgoogle_plus