news_coronavirus

Emergenza coronavirus: aggiornamenti da Confcommercio 16 marzo

Pubblicato il Pubblicato in Crediti e Bandi Agevolati, Dalle Categorie, In Evidenza

IN QUESTA COMUNICAZIONE

  • Emergenza Coronavirus, iniziativa Confcommercio per la liquidità delle imprese
  • Solidarietà digitale”: servizi gratuiti per la digitalizzazione grazie alla rete Edi
  • Strutture ricettive per emergenza Covid-19 in provincia di Grosseto
  • Richieste di Federmoda per il settore abbigliamento, calzature, intimo, accessori, tessile per la casa

 

EMERGENZA CORONAVIRUS, INIZIATIVA CONFCOMMERCIO PER LA LIQUIDITÀ DELLE IMPRESE

In aggiunta alle misure stanziate dallo Stato, Centro Fidi-Confcommercio in accordo con Banco Bpm dedica un plafond di 10 milioni di euro a garanzia delle imprese toscane e umbre che devono far fronte alla diminuzione degli incassi causata dall’emergenza sanitaria.

Centrofidi garantirà nella misura dell’80% la somma erogata da Banco Bpm a ciascuna azienda.
Il plafond sarà accessibile alle aziende operanti nei territori delle regioni Toscana ed Umbria.

I finanziamenti garantiti da Centro Fidi saranno concessi sotto forma di mutui chirografari ed avranno una durata di 24 mesi, con preammortamento tecnico di 6 mesi. Tra le finalità ammissibili ci sono l’acquisto delle scorte di magazzino, il pagamento dei fornitori e, in genere, esigenze di liquidità.

Tutto questo è frutto dell’accordo fra Banco Bpm e Centro Fidi, lo strumento creditizio del sistema Confcommercio.

La nostra associazione, che in Toscana rappresenta 50mila imprenditori e professionisti dei settori commercio, turismo e servizi, ha deciso di combattere l’emergenza Coronavirus anche così, andando incontro alle aziende associate che all’improvviso hanno visto il crollo dei fatturati.

Per maggiori informazioni scrivere a info@confcommerciogrosseto.it.

SOLIDARIETA’ DIGITALE

Anche EDI – Ecosistema Digitale per l’Innovazione Confcommercio aderisce all’iniziativa “Solidarietà digitale” – https://solidarietadigitale.agid.gov.it – lanciata dal Ministro per l’innovazione e dall’Agenzia per l’Italia Digitale al fine di offrire il proprio supporto alle imprese italiane nel corso dell’emergenza in corso.

Tramite la nostra rete di SPIN, Sportelli Innovazione, supportiamo le imprese realizzando GRATUITAMENTE:

1. analisi del sito web aziendale per valutarne il grado di efficacia;

2. consulenza digitale da remoto, tramite video-call per mettere a punto una corretta strategia promozionale.

L’intenzione, in questi giorni di stop per molte attività, è quella di dare un’opportunità per implementare le competenze digitali delle imprese.

Se sei interessato, rivoliti al nostro Sportello territoriale per l’innovazione inviando una email a edi@confcommerciogrosseto.it.


PER LE STRUTTURE RICETTIVE

Come anticipato la scorsa settimana ai nostri associati, la Regione Toscana sta cercando degli alberghi per far soggiornare le seguenti categorie di persone:

a) sottoposti a quarantena che non abbiano possibilità di trascorre il tempo necessario nella propria dimora (ad esempio in casi di convivenza con malati, o anziani o bambini)

b) persone positive al tampone Covid -19 ma asintomatiche

c) persone ancora positive al test ma non più sintomatiche e per questo dimesse da una struttura ospedaliera (dopo la malattia passano circa 10 gg per avere il test negativo) .

Ad oggi l’accordo con la Regione Toscana è ancora in fase di definizione, ma a parte alcuni punti ancora da definire (segnalati nel testo), ci stiamo avviando ad una conclusione per avere un contratto standard valido su tutto il territorio regionale.

Alla luce delle nuove condizioni trattate con la Regione, si chiede agli interessati di ricompilare il form che troverai in fondo a questa comunicazione, non senza aver letto con attenzione le caratteristiche del futuro contratto.

 

CARATTERISTICHE E CONTENUTO ACCORDO:

A) ASSETTO CAMERE

  1. MINIMO CAMERE 20 le strutture con meno di 20 camere NON SARANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE;
  2. DURATA ogni contratto che sarà attivato su scelta insindacabile delle ASL avrà una durata di 30 giorni, NON rinnovabile tacitamente. Entro sette giorni dalla scadenza dovrà essere verificata la volontà tra le parti se rinnovare o no la convenzione; 
  3. PAGAMENTO 60 giorni data fattura
  4. La struttura rientrerà in possesso del titolare entro e non oltre il 12 giorno dalla scadenza per permettere lo smistamento degli ospiti e la sanificazione finale delle camere;
  5. ASSETTO OBBLIGATORIO DELLE CAMERE: letto, materasso, due cuscini, tutte le utenze (luce, acqua sia calda che fredda, riscaldamento e/o condizionamento, wifi, e Tv con digitale terrestre, asciugacapelli e bollitore dell’acqua (presenza di copri materassi e copri-cuscini impermeabili sono ancora in fase di trattativa).

B ) SERVIZI A CARICO DELLA STRUTTURA

  1. dichiarazione ospiti alla questura ai sensi art 109 TULPS . Obbligo ancora in fase di di definizione
  2. manutenzione ordinaria
  3. servizio di reception/guardiania secondo modalità operative da definire puntualmente con l’ASL al fine di garantire il passaggio dei fornitori, di eventuale personale sanitario e comunque il mantenimento del necessario isolamento degli ospiti.

C) SERVIZI A CARICO DELLE ASL

  1. Sanificazione iniziale delle camere da utilizzare
  2. Fornitura iniziale della biancheria (lenzuola, coperte e asciugamani)
  3. Fornitura iniziale del kit di cortesia (carta igienica, bagno schiuma, shampoo)
  4. Fornitura giornaliera della colazione, pranzo e cena (la somministrazione dovrebbe avvenire esclusivamente in camera anche questo è oggetto di trattativa in corso)
  5. Sanificazione giornaliera delle camere con fornitura sacchetti e ritiro dei rifiuti urbani
  6. Ricambio del kit di cortesia (ogni 2 giorni)
  7. Ricambio degli asciugamani (ogni 2 giorni)
  8. Ricambio delle lenzuola (ogni 7 giorni)
  9. Sanificazione di ogni camera alla fine della permanenza dell’utente.

DEROGHE NORMATIVE IN TRATTATIVA:

  1. sospesi gli obblighi di prestazione di servizi previsti dalla classificazione a stelle
  2. non applicazione dell’imposta di soggiorno
  3. facoltatività del certificato prevenzione incendi e Durc.

PROCEDURE PER L’ADESIONE

  • compilare il form al link qui sotto, non saranno prese in considerazione altre tipologie di adesioni

https://form.jotform.com/200742645642352

PER I COMMERCIANTI DEL SETTORE MODA

Anche per il settore abbigliamento, calzature, intimo, accessori, tessile per la casa, la Confcommercio ha presentato, tramite la propria associazione Federazione Moda Italia, molteplici ed importanti richieste. Federazione Moda Italia è impegnata a sollecitare Governo e Regioni affinchè questo settore ottenga le adeguate e dovute misure di sostegno.

Leggi i dettagli qui http://federazionemodaitalia.com/it/iniziative/eventi/dd_58_4540/nuovo-titolo

Facebook