logo federmoda

FEDERMODA – Lo scontrino fiscale deve obbligatoriamente contenere, tra i dati contabili, anche i “corrispettivi parziali con relativi eventuali sconti o rettifiche”

Pubblicato il Pubblicato in Dalle Categorie, In Evidenza

 

 

 

 

 

L’operatore commerciale del settore moda deve prevedere nello scontrino le seguenti indicazioni:

  1. Ditta, denominazione o ragione sociale ovvero cognome e nome del soggetto che lo emette;
  2. partita IVA dell’esercentee ubicazione dell’esercizio;
  3. dati contabili: – corrispettivi parziali con relativi eventuali sconti  o rettifiche; – eventuali rimborsi per restituzione di vendite o imballaggi cauzionati; – totale dovuto; – per le prestazioni, eventuali corrispettivi in tutto o in parte non riscossi; – ammontare del versamento (facoltativo); – resto (facoltativo);
  4. data, ora di emissione e numero progressivo;
  5. logotipo fiscale e numero di matricola dell’apparecchio.

A fronte di quanto sopra riportato, al fine di evitare di incorrere in sanzioni amministrative, è opportuno prestare massima attenzione all’atto dell’emissione dello scontrino, operando il necessario distinguo tra pezzo di partenza e quello ribassato, prevedendo negli scontrini il prezzo di partenza, il ribasso o la percentuale delle stesso e il prezzo finale del bene dell’articolo (saldo, vendita promozionale, merce difettata, arrotondamento, clienteparente/amico ecc…)

Facebookgoogle_plus