foto2_presentazioneheracup

Golf, eccellenze enogastronomiche, musica jazz e solidarietà: Hera torna a festeggiare il suo anniversario a Punta Ala

Pubblicato il Pubblicato in Dalle Categorie, In Evidenza

“Nulla di più verde di un campo da golf nelle nostre colline può rappresentare un luogo sano, pulito, ideale”.

Con questo spirito, la società grossetana Hera – Soluzioni territoriali celebra anche quest’anno l’anniversario della sua fondazione con una giornata-evento che rievoca la passione per l’ambiente e per il territorio dei suoi due soci fondatori, Marco Bisdomini e Massimo Fanti.

Si tratta dell’Hera Cup 2020, in programma sabato 12 settembre presso il Golf Club Punta Ala.

L’intenzione degli organizzatori è di dare vita ad una manifestazione, che possa interessare ed attirare soggetti diversi, dai cittadini ai turisti, dai golfisti agli intenditori di vini, dai clienti delle aziende coinvolte agli appassionati di musica, ai semplici curiosi.

“Un’occasione per incontrarsi, dove un’azienda può presentarsi al golfista o dove, al contrario, l’imprenditore può avvicinarsi al mondo del golf, e lo stesso vale per l’arte e la musica – spiega Marco Bisdomini -. L’intenzione, per quest’anno in cui festeggiamo 16 anni di attività, era di organizzare un evento molto più strutturato. Purtroppo le note vicende che hanno caratterizzato questa infausta annata ci hanno costretto a rivedere i nostri piani. Soprattutto grazie alla famiglia Damiani, proprietaria del Golf Club Punta Ala, siamo riusciti a realizzare la seconda edizione della Hera Cup che, come da tradizione, prevede un torneo di golf accompagnato da degustazioni enogastronomiche del territorio maremmano, ed interamente sponsorizzato da aziende del territorio. Per l’amicizia che mi lega al mio socio Massimo Fanti e per tutto ciò che negli anni abbiamo condiviso, ho voluto dedicare questo particolare trofeo alla memoria di sua madre, Costantina Cerignoli”.

“E’ con grande piacere che ospitiamo questo evfoto2_presentazioneheracupento nel nostro campo – commenta  Fernando Damiani, proprietario Golf Club Punta Ala – Ciò che stanno facendo gli amici Marco Bisdomini e Massimo Fanti è di grande importanza per tutto il territorio,ed a noi fa particolare piacere essere al centro di questo progetto , che abbraccia sport, cultura, enogastronomia e solidarietà. Abbiamo anche il piacere di poter presentare il nostro campo in perfette condizioni ed una Club House completamente ristrutturata da cui ammirare tutta la baia di Punta Ala con l’Isola d’Elba, Cerboli, Palmaiola e Capraia”.

La giornata si aprirà al mattino, alle 8.30, con il Torneo di Golf Hera Cup – 18 buche Stableford 3 categorie, con il premio speciale Hera alla buca 15. Durante il percorso di gara, per i soli iscritti ed i loro accompagnatori, ci sarà una degustazione di prodotti enogastronomici del territorio maremmano.

Dalle ore 15.00 alle 17.00 è previsto il campo pratica, aperto a tutti gli interessati, con l’assistenza di maestri e giocatori esperti.

Dalle ore 18.00 alle ore 20.00 è in programma un concerto jazz sul terrazzo panoramico del Golf Club di Punta Ala, con ingresso ad offerta libera. L’appuntamento, dal titolo “Classical italian songs & latin Jazz” è realizzato sotto la direzione artistica del maestro Giovanni Lanzini, con Alessia Martegiani e Maurizio Di Fulvio, rispettivamente voce e chitarra.

Il ricavato del concerto sarà devoluto in favore della Fondazione Giuseppe Orlando, ente senza scopo di lucro costituito nel 2000 da Confcommercio-Imprese per l’Italia.

“Siamo veramente grati agli organizzatori dell’evento per aver pensato alla nostra Fondazione nazionale  – commentano Carla Palmieri e Gabriella Orlando, presidente e direttore Confcommercio Grosseto – in prima linea per fornire un concreto sostegno attraverso l’assistenza immediata agli imprenditori colpiti da calamità naturali e da eventi criminosi. Anche noi, nel recente passato, ne abbiamo purtroppo fatto ricorso; nel novembre 2012, abbiamo infatti ottenuto dalla Fondazione e distribuito 30.000 euro alle attività commerciali e ricettive della nostra provincia danneggiate dall’alluvione”. All’appuntamento sarà presente Marisa Tiberio, presidente nazionale della Fondazione Orlando.

Tornando a parlare del programma dell’Hera Golf Cup 2020, sabato 12 settembre seguirà alle ore 20.30 la cena di gala, solo su prenotazione, al costo di 40 euro a persona.

Al menù proposto dallo chef del Golf Club, ovvero composè di polpo con pomodori secchi e julienne di porri, risotto allo scoglio, turbante di spigola con coulis di datterino e parfait di mandorle con salsa calda al cioccolato, sarà abbinata una degustazione di vini rigorosamente del territorio che verranno presentati dalla Scuola Europea Sommelier.

Questa lista: prodotto dall’azienda Roccapesta, si degusterà il Ribeo, dall’Azienda La Maliosa il Saturnia Bianco, dall’azienda Basile l’Arteteca Vermentino Montecucco, dall’Azienda Montauto il Sauvignon Gessaia ed infine dall’Azienda Altura, l’omonimo Ansonaco.

Tutti gli appuntamenti della giornata sono aperti al pubblico previa prenotazione, anche singolarmente. Per esempio si potrà partecipare solo al concerto, solo alla cena o ad entrambi. Per informazioni e prenotazioni scrivere ad info@herasrl.it, oppure telefonare al numero 392 9096319.

Per prendere parte al torneo di golf, invece, è necessaria la preventiva iscrizione chiamando il Golf Club Punta Ala al numero 0564 922121, o scrivere a info@golfpuntaala.it .

Per l’organizzazione dell’evento, il ringraziamento va ai seguenti sponsor: Le Piccole Macie (Poggio la Mozza), Antichi Gusti di Maremma (Campagnatico), Az. Agricola Quadalti (Arcille), Podere Maremma – Ristorante il Leccino (Albinia), Az.Agr. Roccapesta (Scansano), Fattoria La Maliosa (Saturnia), Az. Agr. Basile (Cinigiano), Tenuta Montauto (Manciano), Enosteria OttavaRima (Sorano), Az. Agr. Altura (Isola del Giglio), Azienda Poggiolella Fonteblanda, Ristorante Sunset (Talamone), CC Estetica (Grosseto), ACAS3D Soluzioni Digitali (Grosseto), Maremma Canapa (Grosseto), B|Rush (Grosseto), Scuola Europea Sommelier delegazione di Grosseto, Internetfly (Grosseto).

 

 

Facebook