banc_10euro

il 23 settembre entra in circolazione la nuova banconota da 10 Euro

Pubblicato il Pubblicato in Dalle Categorie, Fiscale, In Evidenza

Il prossimo 23 settembre entrerà in circolazione la nuova banconota da € 10 della serie “Europa”.  Le caratteristiche di sicurezza del biglietto sono state ulteriormente incrementate. L’introduzione dei rimanenti biglietti della serie avverrà in modo graduale nell’arco di alcuni anni, ossia un taglio dopo l’altro in ordine ascendente. La scala dei tagli resta invariata, ovvero €5, €10, €20, €50, €100, €200 e €500.

La BCE e le banche centrali nazionali (BCN) dell’Eurosistema sono impegnate in una campagna di informazione sulla serie ispirata a Europa, che si avvale anche di un sito Internet dedicato. Il suo obiettivo è aiutare i cittadini a riconoscere le nuove banconote e le loro caratteristiche di sicurezza. Nell’aprile 2013 l’Eurosistema ha trasmesso materiale informativo sulla nuova serie, specificamente sul biglietto da €5, ai membri delle categorie professionali che operano con il contante presso oltre 3 milioni di esercizi commerciali e istituti bancari nell’area dell’euro. La stessa iniziativa è stata intrapresa nel 2014 per il biglietto da €10.

Inoltre la campagna di informazione sulla nuova banconota da €10 prevede un Programma di partnership dell’Eurosistema rivolto sia ai produttori e fornitori di apparecchiature per il trattamento delle banconote sia ai rispettivi clienti e utilizzatori, affinché si possano preparare all’introduzione dei nuovi biglietti.

Sul sito Internet della BCE sono consultabili gli elenchi dei dispositivi di controllo dell’autenticità e delle apparecchiature per la selezione e accettazione delle banconote che sono stati verificati dalle banche centrali dall’Eurosistema e adattati per il riconoscimento del nuovo biglietto da €5. Elenchi analoghi saranno pubblicati nel 2014 per la nuova banconota da €10, una volta ultimate le necessarie verifiche. Naturalmente le nuove banconote da €5 e €10, così come i biglietti della prima serie, sono facili da controllare applicando il metodo descritto nella allegata documentazione.

Facebookgoogle_plus