palco2-picc

La “Legalità, mi piace” diventa uno spettacolo per i ragazzi delle scuole

Pubblicato il Pubblicato in Eventi, In Evidenza

palco2-piccVeicolare un messaggio importantissimo per il futuro della nostra economia anche attraverso un’espressione artistica, per poter parlare ai giovani con un linguaggio più immediato e maggiormente coinvolgente. Questa è l’intenzione che ha motivato la Confcommercio Grosseto nella scelta di trasformare, con successo, la quarta edizione della giornata di mobilitazione nazionale “Legalità, mi piace” in uno spettacolo in piena regola, come sottolineato dal direttore Gabriella Orlando. L’evento, presentato da Marco Magini, si è svolto sul palco della sala Friuli della Chiesa di San Francesco, di fronte ad una platea formata da circa 180 studenti di cinque scuole superiori cittadine: Polo Bianciardi, Liceo Rosmini, Isis Lorena, Polo Tecnologico Manetti-Porciatti e Liceo Chelli.

La contraffazione e l’acquisto illegale, più in generale, sono stati i temi approfonditi quest’anno.

Siamo convinti che la sfida contro l’illegalità sia una battaglia da giocare, prima di tutto, sul piano culturale.danilo1 Perché la legalità, intesa come il rispetto delle regole, è una questione di consapevolezza e di responsabilità, che riguarda tutti noi, nessuno escluso, nelle nostre scelte scelte quotidiane” ha spiegato ai ragazzi, in apertura, Danilo Ceccarelli, vicepresidente di Confcommercio, anche a nome del presidente Carla Palmieri.

La parola è passata poi al primo cittadino di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna.

balletto6La legalità è un argomento che può essere declinato in mille modi – ha commentato il sindaco – perché chiama in causa la responsabilità individuale e quella collettiva, nella miriade di azioni quotidiane e di scelte che ognuno di noi si trova a compiere. Il Comune vuole sollecitare la partecipazione e la discussione riguardo alla buona cittadinanza, alla cittadinanza attiva. All’essere sempre vigili verso ogni tipo di azione che possa minare la legalità. Iniziative del genere servono a dare ai nostri ragazzi gli strumenti per renderli consapevoli e, quindi, cittadini migliori”.

Il palco è stato lasciato poi “all’evento nell’evento”, cioè al musical dal titolo “…di vista” realizzato per l’occasione e messo in scena da “La scuola degli artisti”, per la regia e coreografia di Domenico Saracino ed i testi originali di Rossana Lipparini. Sul palco, si sono esibite Denise Baccetti, Elisa Biagiotti, Pamela Brunacci , Silvia Ceciarini, Alice Coli, Aurora Coli, Caterina Colucci, Chiara Di Cristofano, Diletta Falconi, Caterina Fratangeli , Sabrina Grazioli, Giulia Giusti, Ginevra Guerranti, Lucia Pecci, Elena Potenti, Tamara Pulz e Ginevra Spampani, lasciando poi spazio agli applausi.

scuolaartisti-pccolaIl musical è complesso, abbiamo utilizzato tanto materiale per realizzarlo, come canzoni famosissime, aforismi, aneddoti storici, per raccontare tutto il mondo che ruota dietro al fenomeno della contraffazione e delle frodi alimentari – ha spiegato Domenico Saracino – E’ per questo che abbiamo voluto mettere in scena i vari punti di vista, compreso quello del negoziante, stritolato dalla concorrenza sleale della filiera dei prodotti illegali, e quello dell’acquirente, dei comuni cittadini, che diventano complici e vittime della contraffazione. Succede che a volte si compra solo per spirito solidale. Ed ecco il messaggio: ‘Non si può nemmeno pensare di far diventare un circolo virtuoso quello che in realtà è solo un circolo vizioso, che alimenta la criminalità‘”.

La mattinata è proseguita con una tavola rotonda “istituzionale”, pensata però come un momento di confronto tra i giovani presenti, che hanno fatto le loro osservazioni e le loro domande sul tema, e le massime autorità della provincia: per la Prefettura di Grosseto, Ernesta D’Alessio, dirigente dell’area Ordine e Sicurezza, il Col. Massimiliano Giua, comandante Guardia di Finanza di Grosseto, il Col. Vincenzo Tedeschi, comandante provinciale dei Carabinieri, Massimo Montanarini, dirigente della Questura di Grosseto, Massimo Soldati, vice comandante della Polizia Municipale di Grosseto, Fausto Turbanti, assessore alla Sicurezza del Comune di Grosseto, il T.V. Valerio Berardi, comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Porto Santo Stefano, il 1° maresciallo Andrea Porzio, comandante della delegazione di spiaggia di Marina di Grosseto della Guardia Costiera e Giovanna Liberati, dirigente medico Igiene alimenti e nutrizione Asl 9.

Siamo qui con la consapevolezza che in sinergia – ha detto Ernesta D’Alessio, rappresentante della Prefettura di Grosseto – cooperando, possiamo costruire un futuro migliore per questi ragazzi”.

pubblico_legalita_piccolaA tirare le somme, il direttore di Confcommercio Grosseto Gabriella Orlando, che ha ringraziato le autorità, le scolaresche presenti e tutti gli insegnati per l’impegno dimostrato nel progetto al fianco di Ascom, “la Scuola degli Artisti”e Marco Magini.

Siete stati voi i veri protagonisti dell’evento di oggi – ha commentato il direttore – Come Confcommercio stiamo cercando nuove strade di comunicazione per raggiungere i nostri interlocutori. Per educare al rispetto delle regole, abbiamo proposto un confronto aperto tra gli istituti superiori, le autorità e le forze dell’ordine, che ormai sono nostri preziosi partner per la Giornata della Legalità. Ed abbiamo anche pensato di utilizzare, per la prima volta, le arti dello spettacolo, la danza, il canto e la recitazione, trovando la disponibilità e la professionalità di Domenico Saracino, con il quale sta nascendo una collaborazione per altri interessanti progetti, al fine di sostenere il commercio di vicinato che tanto ci sta a cuore”.

Facebookgoogle_plus