images

NUOVA NORMATIVA PER CHI COMMERCIALIZZA IMBALLAGGI DI LEGNO

Pubblicato il Pubblicato in Dalle Categorie, In Evidenza

Obbligo di autorizzazioni fitosanitarie regionali per le imprese che commercializzano imballaggi di legno a marchio IPPC/FAO sia italiani (FITOK) che stranieri.

il DLGS 2014 del 2005 che stabilisce che tutti gli imballaggi in legno destinati ad esportazione (come pallets, casse, gabbie, bobine e pianali di carico) siano sottoposti a trattamento termico “HT” o trattamento di fumigazione con bromuro di metile “MB” per l’eliminazione degli organismi nocivi e contrassegnati con apposito marchio identificativo, ha trovato recentemente una sua modifica obbligando anche i commercianti di tali imballaggi a verificare che i prodotti da loro venduti siano marchiati FITOK.

Questo comporta che tutte le imprese che:

• commercializzano pallets ed imballaggi in legno nuovi a marchio IPPC/FAO importati dall’estero (solo Marchio IPPC/FAO) o prodotti in Italia (IPPC/FAO e FITOK).

• commercializzano pallets ed imballaggi in legno usati a marchio IPPC/FAO esteri e/o italiani (IPPC/FAO e FITOK).

• commercializzano pallet ed imballaggi di legno da loro prodotti e/o riparati trattati in conformità all’ISPM n.15 in conto terzi.

Hanno l’obbligo di aderire al Soggetto Gestore (Consorzio Servizi Legno Sughero) e conformarsi al suo Regolamento, essendo il “prerequisito” per poter ricevere l’autorizzazione dai Servizi Fitosanitari preposti.

Tutti i Soggetti autorizzati compariranno in un elenco pubblico che è il riferimento sia per gli acquisti delle imprese utilizzatrici di imballaggi in legno a Marchio IPPC/FAO, sia per gli acquisti tra le imprese coinvolte nella filiera degli imballaggi a Marchio IPPC/FAO (es. commercianti, logistiche, ecc…).

 QUALI SONO LE SANZIONI PER CHI OPERA SENZA AUTORIZZAZIONI?

a. Commercializzare imballaggi a marchio IPPC/FAO senza l’autorizzazione fitosanitaria regionale prevede l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da2.500 a15.000 Euro (art. 54 comma 4 del D. Lgs. n. 214/2005);

 b. Commercializzare imballaggi a marchio IPPC/FAO senza l’autorizzazione FITOK comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa da1.500 a9.000 Euro (art. 54 comma 11 del D. Lgs. n. 214/2005);

 c. Commercializzare imballaggi a marchio IPPC/FAO senza autorizzazione fitosanitaria né autorizzazione FITOK comporta l’applicazione della sanzione prevista per la violazione più grave (da2.500 a15.000 Euro) aumentata fino al triplo (art. 8 Legge n. 689/1981).

Facebookgoogle_plus