Presentato in Confcommercio Grosseto il “Progetto ristoranti”

Pubblicato il Pubblicato in Dalle Categorie, In Evidenza

progettoristoranti_fotoÈ stato presentato in sede Ascom Confcommercio Grosseto, di fronte ad una platea di ristoratori maremmani associati, il nuovissimo “Progetto ristoranti”.

L’idea è stata lanciata dalla Confcommercio regionale e si basa sulla creazione di una rete interprovinciale, formata da una decina di ristoratori, che intendano affidare la propria immagine ad un team di “temporary managers”, ossia ad un gruppo di blogger ed esperti, al fine di fare una promozione “professionale” sui più noti social network, da Facebook a TripAdvisor, ottimizzando anche i contenuti del proprio sito.

All’incontro hanno partecipato il direttore del Centro studi turistici Alessandro Tortelli, Emanuele Scali, responsabile Area Turismo Confcommercio Toscana, Ylenia Caioli, giornalista e blogger, Francesca Caciolli di Mentore Confcommercio Toscana. Non sono mancati all’appuntamento il presidente di Fipe Federazione Italiana Pubblici Esercizi Confcommercio Grosseto Danilo Ceccarelli ed il presidente di Fipe Firenze Andrea Angelini. Presente anche il presidente del Centro commerciale naturale di Orbetello Matteo Valeri.

Come ben spiegato durante il workshop, la creazione di questa rete consentirà di partecipare ad un bando per l’accesso a specifici fondi europei gestiti dalla Regione Toscana, in grado di sostenere, in caso di approvazione del progetto, fino all’80% dell’investimento preventivato.

Due i livelli di intervento proposti, uno “base”, ovvero più economico, ed uno più impegnativo, che prevede un numero maggiore di competenze da mettere al lavoro.

I social manager saranno comunque in grado di impostare una strategia di comunicazione digitale per le imprese della ristorazione, gestire i loro profili social, rispondere alle recensioni, risolvere al meglio le problematiche di ognuno ed anche creare degli eventi.

Gli esperti potranno assicurare un altissimo livello di comunicazione – ha puntualizzato Scali – e la costituzione della rete permetterà di ‘spalmare’ una serie di costi altrimenti non sostenibili dai singoli imprenditori”.

Il tutto per un periodo di 18 mesi. “Al termine – ha continuato Scali – verranno monitorati i risultati e si potrà quindi valutare se continuare questo percorso da soli, o magari costituendo insieme un’Ati, un’associazione temporanea di imprese”.

Per sostenere la bontà del progetto, il workshop si è aperto con la presentazione dell’indagine sugli esercizi ristorativi aderenti alla rete di Vetrina Toscana, realizzata dal Centro studi turistici per Fipe Toscana, Confcommercio Toscana ed Ebtt.

Sul tema “strumenti tecnologici”, dallo studio emerge che molti ristoratori hanno già uno spazio sui social network e grazie alle nuove tecnologie, ad oggi, il 78,5% riceve prenotazioni tramite mail o form disposti sul proprio sito internet. Alla domanda se l’innovazione può essere anche una piattaforma online di e-commerce dei prodotti alimentari a filiera corta, che faccia incontrare ristoranti e produttori del territorio, il 55,9% degli intervistati ha risposto positivamente e che aderirebbe ad un simile progetto.

L’interesse è rinforzato dall’idea di un uso gratuito del canale commerciale, dei vantaggi derivanti dal contenimento dei costi e dalla qualità dei prodotti.

I ristoratori grossetani che vogliono avere maggiori informazioni sul progetto o che sono interessati a far parte di questa nuova rete interprovinciale, possono contattare Confcommercio Grosseto, rivolgendosi alla responsabile delle categorie sindacali Elisabetta Pasquinucci al numero 0564 470221 – 470111 oppure scrivere alla mail elisabetta.pasquinucci@confcommerciogrosseto.it.

Facebookgoogle_plus