test

VIRUS, TEST SIEROLOGICI DELLA REGIONE TOSCANA

Pubblicato il Pubblicato in Dalle Categorie, In Evidenza, Normative sul Lavoro

VIRUS, TEST SIEROLOGICI DELLA REGIONE TOSCANA. AMPLIATA LA PLATEA CON L’ORDINANZA

Con l’Ordinanza n.39 di ieri, la Regione Toscana è andata a estendere la platea di coloro che si possono sottoporre gratuitamente ai test sierologici rapidi e gratuiti previsti dalla campagna di screening della Regione Toscana per tracciare il contagio da coronavirus.

Così dopo gli operatori sanitari e forze dell’ordine (su disposizione dell’Ordinanza n. 23 del 3 aprile scorso), sarà la volta di chi lavora a contatto con il pubblico. L’obiettivo è raggiungere presto le 400 mila persone testate.

Nel dettaglio, secondo quanto fissato dall’ordinanza n. 39, i prossimi che potranno effettuare il test per il coronavirus saranno:

· Polizia Municipale e Polizia Provinciale;

· lavoratori esercizi commerciali e grandi strutture di vendita alimentare, unitamente agli addetti al trasporto merci;

· lavoratori di aziende pubbliche o private relative allo smaltimento e raccolta dei rifiuti, la cui attività implica il contatto con rifiuti potenzialmente infetti;

· dipendenti Pubblici, la cui attività implica il contatto con il pubblico;

· dipendenti degli Uffici Postali, la cui attività implica il contatto con il pubblico;

· dipendenti dei servizi bancari, finanziari e assicurativi, la cui attività implica il contatto con il pubblico;

· lavoratori dei servizi a domicilio;

· lavoratori della editoria e della emittenza televisiva a contatto con il pubblico;

· edicolanti e librai;

· operatori del trasporto pubblico locale, la cui attività implica il a contatto con il pubblico;

· tassisti;

· operatori delle imprese/agenzie di onoranze funebri;

· operatori della logistica, la cui attività implica il contatto con il pubblico;

· personale dei consolati a contatto con il pubblico;

· personale dei porti e degli aeroporti;

· lavoratori del distretto Cartario

LEGGI IL TESTO COMPLETO DELL’ORDINANZA 

La nuova ordinanza riporta anche l’elenco dei LABORATORI dove si potrà prenotare ed effettuare il test sierologico. LEGGI NEL DETTAGLIO

I lavoratori (o le aziende, qualora se ne vorranno fare carico) possono contattare la struttura più vicina al loro luogo di lavoro o residenza per prenotare il test. In caso di esito positivo o dubbio, sarà obbligatorio a quel punto sottoporsi a tampone: nell’attesa a quel punto ognuno dovrà adottare adeguate misure di cautela e isolamento a tutela della salute propria e della collettività, informando anche il proprio medico.

Facebook